Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Alessandra Amoroso, dai talent alla conquista del web

60033_10150093201743332_58177708331_7337453_4460874_n

Ci sono fenomeni difficili da spiegare. Alessandra Amoroso è uno di questi: in poco più di un anno da giovane commessa con l’hobby del canto è diventata un’icona pop(olare) capace di scuotere il sonnolento mercato discografico italiano. E lo ha fatto in un modo del tutto innovativo, utilizzando trasversalmente i nuovi media per arrivare a vendere quantità davvero sorprendenti del più antico e conosciuto tra gli strumenti di fruizione della musica, e cioè il vecchio e stanco cd. La classifica FIMI di quest’anno la vede protagonista con ben due album che si assestano tra le dieci posizioni dei cd più venduti in Italia accanto a mostri sacri della musica. Una classifica che offre il primo dato su cui riflettere: la Amoroso è riuscita a superare la barriera dei fan legati al talent Amici che l’ha lanciata – “naturalmente fidelizzati” – per raggiungere fette di pubblico molto più ampie, giovani adolescenti ma anche “mamme televisive”. Il deus ex machina di questo successo, senza dubbio il maggior successo del talent show di Canale 5 e forse di tutti i talent italiani, è un idra a due teste: quella di Maria De Filippi, la Oprah Winfrey italiana, e quella di Rudy Zerbi il potente ed intraprendente ex presidente della Sony BMG Italia, ora lanciato verso nuovi orizzonti professionali che trovano il loro humus proprio in questa nuova e potentissima commistione tra mercato discografico e televisione. A dimostrazione che la televisione non è affatto morta ma anzi crea ancora un potentissimo serbatoio di emozioni e passioni.

Ma come è riuscita Alessandra Amoroso a trasformarsi in un fenomeno pop(olare) nel giro di pochi mesi? A partire dalla vittoria nell’edizione 2008 del talent show che in passato ha sempre incoronato vincitori di sesso maschile, oggetti del telelvoto impazzito di folle di ragazzine adolescenti. E come è riuscita la ventiquattrenne pugliese a raggiungere il primo posto in classifica delle prevendite di Itunes (operazione riuscita solo a Ligabue)? Domande alle quali in molti non saprebbero rispondere dal momento che la storia professionale di Alessandra – ovviamente nota ai suoi fan – è stata poco raccontata fuori da questo circuito. E solo in questi giorni i dati di vendita hanno scosso i ‘salotti buoni’.

In realtà il successo musicale di Alessandra Amoroso è frutto della capacità di aver saputo mettere in campo al meglio un mix indovinato di strategie crossmediali, dove vecchi e nuovi media (tv, radio, sito internet, social media, forum online) cooperano e si integrano in modo del tutto naturale. E non a caso tutte queste piattaforme, a partire dal sito e dai forum, sono state in molti casi create proprio dai fan stessi e oggi gestite dal basso in collaborazione con lo staff di Alessandra.

Ma vediamo in dettaglio il media mix utilizzato dallo staff della Amoroso.

Alessandra-amoroso-youtube La pagina ufficiale Facebook della cantante salentina  raccoglie oggi 382.000 amici e viene utilizzata come potente strumento promozionale per informare i suoi fan su tutte le attività, per realizzare concorsi, vendere i dischi e raccontare le tappe del tour. Una pagina che è nata quasi per caso durante l’edizione pomeridiana del talent, creata da un gruppo di amici della cantante e che è schizzata nel numero di Fan con l’uscita del suo primo successo, il singolo’Immobile’, rimasto primo nella top digital download della FIMI per diverse settimane.

Anche il nuovo sito internet della cantante mostra il caledoscopio di piattaforme utilizzate sul web, con link a myspace, twitter, netlog, al canale youtube e al forum ufficiale di Alessandra Amoroso, dove vengono pubblicati ogni giorno migliaia di post dai fan.

L’uscita del nuovo album è stato uno degli eventi più attesi della stagione musicale italiana: la semplice comunicazione di una data, il 28 settembre 2010 e di un titolo “Il mondo in un secondo” hanno scatenato un fermento che ha letteralmente elettrizzato il web, trovando analogie solo con poche altre comunità di fan. E così, nel giorno del lancio del nuovo sito ufficiale, ben 50.000 visitatori unici si sono collegati quasi in contemporanea per ascoltare in anteprima il singolo e avere le prime anticipazioni, mandando in tilt il server del sito negli USA.

La strategia crossmediale, dentro e fuori la rete, è stata resa evidente proprio in occasione della presentazione del suo ultimo album. Nei giorni precedenti all’uscita del disco lo staff della Sony ha creato 3 miniconcerti in collaborazione con Ferrovie dello Stato nelle tre grandi stazioni italiane (Milano, Roma e Napoli); lo stesso giorno qualche fan ha avuto anche la possibilità di accompagnare Alessandra nel suo viaggio lungo la penisola e di ascoltare in anteprima il suo nuovo cd. Chi non ha potuto raggiungere le città ‘fortunate’ ha potuto partecipare a distanza tramite Facebook sulle pagine dedicate al mini-tour.

In realtà la Amoroso non è nuova a queste iniziative. L’8 ottobre 2009, prima tra gli artisti italiani, ha presentato dal vivo le canzoni del suo secondo album in uno show che è stato ripreso dal vivo dal Limelight di Milano e trasmesso in diretta via satellite in 36 cinema italiani.

Anche la radio è stata utilizzata per il lancio dell’ultimo disco, in sinergia con con i canali satellitari e il web: Alessandra è stata ospite in diretta su RTL 102.5 e in RADIOVISIONE sul canale 750 di Sky e del Digitale Terrestre, a Password, con Nicoletta De Ponti e Angelo Baiguini rispondendo in diretta alle domande che i radioascoltatori inviavano live tramite il sito di RTL.

Notevole è anche la sinergia attivata con la piattaforma satellitare Sky. Il video di Alessandra Amoroso è stato infatti trasmesso in anteprima due settimane prima dell’uscita del disco e nella giornata precedente al lancio il canale saltellitare ha proposto un’intervista esclusiva. Infine la voce della cantante è anche è la voce ufficiale di Sky Italia, quella per intenderci che ci accompagna quando consultiamo il menu interattivo.

Altri numeri per concludere. Alessandra è stata votata come l’artista italiana più amata con 6 milioni e 250 mila voti su 13 milioni in totale attraverso un sondaggio dei siti internet di MTV e SKY. Il suo primo album “Stupida”, un ep con 7 brani, ha raggiunto risultati che parlano da soli: n.1 nella classifica degli album, n.1 nella classifica del digital download dei singoli, n.1 su iTunes, n.1 su Dada con il singolo, n.1 con il video del singolo su msn
.it, battendo ogni record con 250.000 streaming in 3 giorni.

Il ‘caso’ Amoroso dimostra, infine, come anche nel caso dei nuovi fenomeni musicali sapientemente costruiti negli studi televisivi, oltre al talento del cantante, anche l’uso dei nuovi media – e in particolare dei social media – può consentire lanci efficaci e innovativi. Tra la tendenza di Maria De Filippi a trasformare, mischiandoli in modo originale, i generi televisivi e il tentativo delle case discografiche di esplorare nuove frontiere per superare la crisi del settore, stiamo probabilmente assistendo alla nascita di un nuovo modo di creare e promuovere la musica. In questo senso si vocifera da più parti di una futura possibile collaborazione tra Maria De Filippi e Rudy Zerbi per dare vita a un nuovo progetto (etichetta?) che dia forma e sostanza a questo nuovo modo di produrre la ‘musica-televisione’. Sarebbe la degna conclusione di un percorso cominciato con una grande intuizione che ha restituito forza a un mercato saturo di idee e talento.

(si ringrazia g. per la collaborazione)