Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Terrorism report

Picture_2 A vederla affissa sui muri di Londra, la campagna di prevenzione degli attacchi terroristici  fa un certo effetto.

Tre diverse versioni  descrivono comportamenti che possono apparire   ‘sospetti’. Il problema è che, presi singolarmente, sono tutti gesti piuttosto usuali (cambiare freneticamente la SIM da un cellulare all’altro, fotografare i dettagli di una città, compresi i dispositivi di sicurezza, traslocare merci che possono sembrare anomale da case/locali di amici). La polizia chiede la cooperazione di tutti i passanti nel segnalare ciascuno di questi comportamenti, in modo che siano occhi ‘esperti’  a poter decidere.

Insomma, si chiede ai cittadini di essere sempre vigili, di gettare un occhio su quello che accade, di segnalare  tutto cio’ che desta sospetto.

Un’affissione, in particolare, prende di mira chi possiede numerosi apparecchi cellulari o di SIM. L’idea, come si legge nel claim,  è che ‘ Terrorists need communication. They often collect and use many anonymous pay-as-you-go phones, as well as swapping SIM cards and handsets. If you were suspicious of the number of phone someone has, we need to know. Let experienced officers decide what action to take."

Tutto vero. Anche se personalmente sono mesi che sono costretta a cambiare freneticamente SIM da un cellulare all’altro , spostando la batteria, riaccendendo lo schermo, ecc… Per non parlare dei manager, che di telefoni ne hanno anche tre!
Il fatto è  che quando il terrore corre sul filo ci vuole davvero poco ad apparire sospetto ad un occhio estraneo…Sul tema, mesi fa, il London Underground’s blog ci aveva riso sopra.